Cos’e’ e chi si attesta

La materia dei LL.PP. ha subito, nel corso degli anni, fondamentali innovazioni dettate dalla necessità di eliminare regole ormai obsolete e di conferire alle imprese italiane maggiore competitività anche sul mercato di sbocco europeo. Ulteriori e ancor più profonde modifiche saranno introdotte dal Nuovo Codice degli Appalti che dovrebbe essere pubblicato nei primi mesi del 2016.

L’attestazione di qualificazione, attualmente disciplinata dal D.P.R. 207/2010, è il documento rilasciato dalle Soa, a seguito dell’espletamento di una procedura istruttoria finalizzata alla verifica in capo alle imprese della sussistenza dei requisiti generali, tecnico-organizzativi ed economico-finanziari, comprovante il possesso dei requisiti stessi. Il possesso dell’attestazione consente all’impresa di partecipare alle gare di appalto per importi superiori a 150.000 euro per la esecuzione e/o progettazione di lavori nelle categorie e classifiche riconosciute nell’attestato di qualificazione.

L’attestazione di qualificazione è obbligatoria per tutte le imprese operanti nell’ambito dei LL.PP. che concorrono a partecipare ad appalti pubblici di importo superiore ai 150.000 €, nonché per le imprese subappaltatrici, a seguito del sistema previsto dal Codice dei Contratti Pubblici (D.Lgs. 163/2006). Le imprese che possono ottenere l’Attestazione sono:

• Ditte individuali, società di persone
• Società di capitali
• Consorzi di cooperative
• Consorzi tra imprese artigiane
• Consorzi stabili

I soggetti interessati a eseguire i lavori pubblici, devono possedere la qualificazione e, per Classifiche superiori alla II, il Sistema di Gestione Qualità aziendale certificato ai sensi della Norma UNI EN ISO 9000